Movimento per l'Alleanzanazionale

Nati per unire

Ecco perché l’aumento dell’IVA è solo un danno

iva

di Daniele Baldini

L’aumento Iva dal 21% al 22% comprimerà ulteriormente i consumi e ridurrà l’introito erariale del quarto trimestre. Si sta andando dalle parte sbagliata, servono politiche defiscalizzanti per rilanciare l’economia e richiamare investimenti nel nostro sistema produttivo.  A poche settimane dall’aumento IVA, che potremmo definire l’ennesimo provvedimento a discapito della crescita economica e del potere d’acquisto delle famiglie, ritengo sia opportuno fare una riflessione sulle politiche fiscali messe in atto fino ad oggi. Una sequenza di provvedimenti, sterili per la crescita economica e occupazionale, che girano le spalle alle teorie del padre della macroeconomia John Maynard Keynes, che proprio sui temi della domanda aggregata e l’occupazione è passato alla storia battezzando un periodo di storia mondiale con la ” rivoluzione keynesiana “. Oltre l’economista Inglese che rilanciò l’economia americana nel dopoguerra, a conferma che le scelte economiche hanno bisogno di lungimiranza e coraggio e non di ideologie è sufficiente fare un salto in Cina dove il premier Deng Xiaoping, passò alla “demaoizzazione” del vecchio sistema di stampo sovietico mediante una serie di riforme del sistema industriale, finanziario e fiscale.

A seguito della premessa, per gli appassionati della storia economica, e stando alle parole del Presidente del Consiglio Enrico Letta che ha illustrato la linea determinata del Governo di attirare investimenti esteri, è evidente che ci sia l’immediata necessità attivare sistemi di defiscalizzazione per le imprese che intendono investire nel nostro sistema produttivo che significherebbe posti di lavoro. Inoltre per il mezzogiorno servirebbero aree franche in esenzioni d’imposta per un periodo di vent’anni così da interrompere le delocalizzazioni industriali in paesi in cui il costo del lavoro è più contenuto. A risposta di queste esigenze, quali cura necessaria per evitare la morte economica del paese, invece è stata aumenta l’aliquota dell’IVA con le conseguenze evidenti che ne scaturiranno a breve. Penso che queste poche righe siano sufficienti per capire che la direzione attuale del Governo è sicuramente quella sbagliata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il dicembre 13, 2013 da in Soldi nostri con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: